1. Norme sulla Privacy

Nel rispetto del D. Lgs. 196/03 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”) e sue successive modifiche ed integrazioni, abbiamo quindi sviluppato una Privacy Policy che descrive il modo in cui raccogliamo, utilizziamo, divulghiamo, trasferiamo e memorizziamo i Suoi dati.

2. Raccolta e utilizzo di dati personali

Poiché il titolare dell’iscrizione può essere l’Azienda (che iscrive uno o più partecipanti), tali dati possono essere forniti da un referente aziendale o da persona delegata, in alternativa all’utente stesso. In fase di stipula del contratto l’Azienda dichiara di aver raccolto il consenso al trattamento dei dati personali da parte di ogni utente iscritto al servizio. Anche in fase di primo accesso ai siti web viene richiesto all’utente di confermare di aver letto ed accettato la presente privacy policy. Le informazioni raccolte, sono utilizzate da Casa dell'Akita - Allevamento Amatoriale per l’espletamento e la gestione del servizio, nonché per l’invio di importanti comunicazioni relative a modifiche dei termini contrattuali, delle norme sulla privacy e dei termini e condizioni di utilizzo del servizio. Parte di questi dati possono essere utilizzati per comunicazioni relative ad altre iniziative (es.: promozione di altri servizi e/o iniziative). In ogni momento l’utente potrà esercitare i Suoi diritti (cancellazione, rettifica, integrazione, ecc.) nei confronti del Titolare del trattamento, ai sensi dell’art. 7 e 8 del D.Lgs. 196/2003, contattandoci all’indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. I dati raccolti sono utilizzati a fini interni, per verifiche ed analisi. Potremmo raccogliere anche dati riguardanti l’attività degli utenti sui siti web. Questi dati potranno essere aggregati, combinati con altri dati, e utilizzati per fornire e migliorare il servizio e i suoi contenuti. Alcuni di questi dati, trattati in forma anonima, potranno essere rielaborati a fini statistici e trasmessi a terzi.

3. Divulgazione dei dati personali

Casa dell'Akita - Allevamento Amatoriale non rende disponibile ad altre società i dati personali. Casa dell'Akita - Allevamento Amatoriale condivide i dati personali con società che forniscono ad essa servizi (es.: sviluppo dei siti web, piattaforma di webinar live, ...). Queste società sono obbligate a proteggere i dati. Può essere necessario che Casa dell'Akita - Allevamento Amatoriale - per legge, procedimento giudiziario, contenzioso, e/o richieste da parte di autorità pubbliche e governative all’interno o al di fuori del paese di residenza dell’utente − divulghi i dati personali. Può anche divulgare i dati se dovesse ritenere che, per finalità di rispetto della legge o altre questioni di importanza pubblica, sia necessario o opportuno divulgarli. Inoltre, in caso di ristrutturazione, fusione o vendita, Casa dell'Akita - Allevamento Amatoriale può trasferire ai terzi interessati da tali operazioni tutti i dati personali raccolti.

4. Protezione dei dati personali

Casa dell'Akita - Allevamento Amatoriale prende precauzioni — incluse misure amministrative, tecniche e fisiche — per proteggere i dati personali da perdita, furto e abuso, nonché da accesso non autorizzato, rivelazione, alterazione e distruzione.

5. Integrità e conservazione dei dati personali

Casa dell'Akita - Allevamento Amatoriale opera per conservare i dati personali in modo accurato, completo e aggiornato. Conserveremo i dati personali per il tempo necessario a perseguire le finalità indicate nella presente Privacy Policy a meno che un periodo di conservazione più lungo sia richiesto o permesso dalla legge.

6. Accesso ai dati personali

E’ possibile richiedere di correggere i dati se inaccurati o cancellarli qualora Casa dell'Akita - Allevamento Amatoriale non sia tenuta a conservarli per legge o per legittime finalità commerciali . Possiamo rifiutare di dar seguito a richieste che siano irragionevolmente ripetitive, richiedano sforzi tecnici sproporzionati, danneggino la privacy di altri, siano estremamente poco pratiche, o per cui l’accesso non sia comunque richiesto dalla legge locale.

7. Cookie e altre tecnologie

I siti web, i servizi online, le applicazioni interattive ed i messaggi e-mail possono avvalersi di cookie e/o altre tecnologie. Tali tecnologie ci aiutano a capire meglio il comportamento degli utenti, ci dicono quali parti dei siti web sono state visitate, facilitano e misurano l’efficacia della promozione (ad esempio di prossimi eventi) e di ricerche web. Casa dell'Akita - Allevamento Amatoriale si avvale di cookie e altre tecnologie anche per ricordare i dati personali durante l’utilizzo dei nostri siti web, servizi online e applicazioni. Il nostro obiettivo, in questi casi, è di rendere l’ esperienza più facile e personale. Per disabilitare i cookie, è necessario verificare direttamente col produttore del browser (Internet Explorer, Chrome, Mozilla Firefox, Safari ecc.), come disabilitarli. Si ricorda che alcune funzioni dei siti non saranno disponibili se verranno disabilitati i cookie. Come gran parte dei siti web, raccogliamo alcuni dati automaticamente e li archiviamo in log files. Tali dati includono tipo di versione di sistema operativo e browser, pagine di entrata/uscita, data e ora e dati del clickstream. Utilizziamo questi dati per comprendere e analizzare tendenze, per gestire il sito, per conoscere il comportamento degli utenti sui siti.

8. Domande sulla privacy

I dati raccolti potranno essere conosciuti dal Titolare e da eventuali collaboratori e/o dipendenti per le sole finalità sopra definite.  Casa dell'Akita - Allevamento Amatoriale potrebbe aggiornare la presente Privacy Policy.In caso di modifiche sostanziali, verrà pubblicato un avviso sui nostri siti web insieme con la Privacy Policy aggiornata.

Cenni storici

L'akita è una razza antica, che ancora oggi ha un significato particolare in Giappone:statuine raffiguranti questi cani vengono regalate ai neonati e agli infermi come augurio di buona salute e felicità. Di razza akita era anche Hachiko, che divenne famoso in tutto il mondo per essere sempre stato devoto al padrone fino alla morte, diventando un simbolo di fedeltà nella propria nazione.

Un tempo il possesso di questi cani era limitato ai membri della famiglia reale e all'aristocrazia ed esistevano disposizioni speciali in merito alla cura e al nutrimento da riservare loro; inoltre, per riferirsi ai cani o rivolgersi ad essi si doveva ricorrere ad un particolare vocabolario.

In epoche passate l'akita inu era impiegato come cane da caccia per la grossa selvaggina (in particolare gli orsi), come cane da riporto di volatili acquatici sulle montagne giapponesi e anche come cane da combattimento. La razza conobbe un notevole declino negli anni tra il 1912 e il 1925; durante questo periodo infatti venivano fatti numerosi incroci per ottenere meticci che avessero spiccate qualità combattive; furono effettuati anche incroci con molossoidi provenienti dall'Occidente. Notevoli problemi poi nacquero da un'epidemia di rabbia che porto alla decimazione di questa razza. Nel 1919 un gruppo di studiosi dette vita ad un'associazione che aveva lo scopo di preservare la razza.

Dopo un lungo lavoro di recupero si raggiunse lo scopo e, nel 1931, il governo giapponese incluse l'akita inu tra i tesori nazionali. I guai per l'akita inu però non erano finiti perché durante la II Guerra Mondiale questi simpatici cani furono quasi sterminati; la loro carne infatti veniva utilizzata come alimento e le loro pellicce venivano usate per confezionare indumenti. I pochi akita inu rimasti lo furono soltanto grazie ai loro padroni che li nascosero nelle campagne. Nel 1948 si tenne I'Akita show, una manifestazione alla quale erano presenti alcuni dei cani sopravvissuti; le linee presenti erano due, una era pura, la ichinoseki, mentre l'altra era stata ottenuta dai meticciamenti, la Dewa; alcuni esemplari della linea Dewa furono importati negli Stati Uniti da alcuni soldati dell'esercito americano e dettero vita negli anni ad una razza riconosciuta ufficialmente oggi negli USA come akita americano. In Giappone invece, dai cani appartenenti alla linea Ichinoseki iniziò un attento recupero della razza che è quella che conosciamo ancora oggi.

Località Pedona, Barga 55051 - Lucca

Stampa

I nostri primi akita sono stati due cuccioli provenienti dall'allevamento "Bianche Vallate" : una femmina tigrata, colore che alla fine degli anni 90 era molto raro, un maschio fulvo figlio di daiboh maru,il i° akita inu nato ed allevato in Italia a vincere il titolo di campione del mondo. Dopo aver vissuto con questi due stupendi ed affettuosissimi cuccioloni per diversi anni ed una volta trovato un'ambiente ideale per il loro benessere psicofisico, abbiamo deciso di ampliare la "famiglia", offrendo a tutti la possibilità di venirci a trovare avvicinandosi al mondo degli akita e passare qualche ora con questi splendidi "amici dell'uomo per la vita".....

http://www.casadellakita.it/administrator/index.php?option=com_content&view=article&layout=edit&id=3#